PDF 2,99 € 

Alle origini del mondo

PDF (91 pagine)

4,99 €

2,99 €

  • disponibile

 

Non è raro che con la mente ci capiti di correre a quei tempi remoti in cui, nel bel mezzo della natura selvaggia, il "primo uomo" faceva la sua comparsa sul pianeta. Si ha come l’impressione, infatti, che sia proprio in quella "nascita" che si possano rinvenire le origini di ciò che siamo, l’essenza stessa dell’umanità.

 

Il quinto dei Textos (1959) di Nicolás Gómez Dávila, breve ma densissimo saggio che, per la prima volta tradotto in italiano, presentiamo in questo volumetto, si delinea esattamente come la ricerca, condotta con mirabile rigore filosofico, di tali origini: esso rappresenta infatti un’indagine che, tentando di aprire un varco attraverso l’alone misterioso che le avvolge, illumina ciò che ci rese e continua a renderci uomini. Seguendo il cammino del filosofo colombiano, ci è possibile imbatterci nella consapevolezza che a costituire la nostra umanità fu proprio la capacità di porsi "alle origini del mondo"; di scoprire, cioè, un senso inaudito che, più che essere situato nella realtà, alla realtà dà vita e le conferisce la sua ragion d’essere. E il sacro, cifra essenziale di questo senso, è quanto di più vicino c’è alla creatura a cui diamo il nome di "uomo". E che tuttavia siamo sempre e nuovamente chiamati a riscoprire.

 

A cura e con un saggio di Antonio Lombardi.

Postfazione di Gabriele Zuppa.

 

Testo spagnolo a fronte. Dipinti, in copertina e all'interno, di Vittorio Bustaffa.


Download
Leggi un estratto del libro
Alle origini del mondo (estratto).pdf
Documento Adobe Acrobat 1.2 MB

 

I CURATORI

 

Antonio Lombardi (Foggia, 1991) si è laureato in Filosofia a Bari (2012) con una tesi sul pensiero di Nicolás Gómez Dávila, del quale nel 2013 ha curato la traduzione di uno dei TextosAlle origini del mondo. Nello stesso anno dà alle stampe il saggio teoretico Logica della Presenza. Ha continuato a occuparsi soprattutto di ontologia e metafisica, con particolare attenzione alla declinazione che tali saperi hanno assunto nell’opera di Gustavo Bontadini, autore sul quale ha conseguito la laurea in Scienze Filosofiche (2014) e sviluppato il saggio Il volto epistemico della filosofia italiana (2017). Attualmente, i suoi interessi si rivolgono principalmente alla filosofia hegeliana, e in particolare ai rapporti tra hegelismo ed evoluzionismo, su cui svolge ricerche alla Scuola di Dottorato dell'Università di Bari.


Gabriele Zuppa (Padova, 1980), laureatosi in filosofia nel 2005 a Padova con una tesi sul nichilismo e la crisi dei valori (Esprimersi ed essere, Il Filo 2008), dal 2007 è docente nei licei. Dopo le specializzazioni in Studi interculturali a Padova (2008) e in Counseling a Venezia (2010) consegue il Dottorato di ricerca in filosofia teoretica a Trento (2014). Da anni si occupa dello studio e della divulgazione del pensiero di Nicolás Gómez Dávila, di cui più recentemente ha curato l'edizione italiana delle Notas (2016). Tra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo Gli strani casi del Dr. Darwin e di Mr. Marx (2015) e Platone democratico (2016).