Il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) – attualmente rivolto a «creare un mondo dove ogni gravidanza sia desiderata, ogni nascita protetta e dove ogni giovane possa sviluppare il proprio potenziale» – ha pubblicato il report 2021 dal titolo My body is my own (Il mio corpo mi appartiene).



Come può operare e sviluppare una volontà così forte come il cercare di cambiare il mondo, immaginare un’alternativa, se non riesce neanche ad operare un cambiamento sul proprio sé, se non riesce a sperimentare il superamento delle proprie resistenze, se non riesce ad immaginare un altro sé?


di Giovanni Padua


Un’indagine circa la nascita della preistoria e i suoi effetti sulla percezione del passato umano e dunque delle possibilità insite nell’attualità. A partire dal non-metodo archeologico improntato da Michel Foucault si andrà a scovare nei meandri dell’Archivio dei discorsi umani, per mostrare come il ruolo di Vere Gordon Childe e della “Rivoluzione neolitica” vada ben oltre i confini della disciplina preistorica ponendo le basi di una storia non più legata alle nazioni e ai popoli ma alle specie umane.

di Martina Cecchinato


Abbiamo sempre la possibilità di scegliere tra almeno due opzioni. Scegliamo sempre ciò che riteniamo bene, seguendo la nostra volontà. E perché alle volte la volontà stessa sembra tradire l’uomo e condurlo alla sofferenza?


Creazionismo ed evoluzionismo, nel pensiero di Carlo Molari, tendono a conciliarsi. Questo tentativo è costato al teologo romagnolo il processo inquisitorio e l'allontanamento dall'insegnamento. Ma siamo sicuri che le due visioni si oppongano?



di Giovanni Padua


Un viaggio nella nascita della Preistoria per collocare la “Morte dell’Uomo” in seno alla “morte” della Storia Politica. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la scienza della Preistoria non nasce in concomitanza dell’invenzione della parola che indica il suo oggetto di studio. Affinché l’oggetto del sapere preistorico potesse emergere doveva compiersi la fine dell’ordine coloniale europeo sul resto del mondo.


La serie, con Alessandro Gassman protagonista e Alessandro D’Alatri regista, cercherà di portare sullo schermo il ruolo della filosofia e l’importanza del maestro per la crescita degli alunni. Sarà capace di essere all’altezza delle aspettative?


In questo articolo, attraverso il confronto con il Sofista di Platone, vorremmo supportare la tesi hegeliana secondo cui il concetto di dialettica è il lascito più importante della filosofia di Platone. Il risultato è un monito per tutti coloro che pensano di fare a meno dei classici e della filosofia: la dialettica è l’elemento costitutivo non solo della filosofia, ma di qualsiasi scienza.




Unequal exchange (scambio ineguale) è la sostanza dei rapporti economici – e, quindi, politici – che sussistono tra i Paesi ricchi e i Paesi poveri del mondo. Un articolo di Jason Hickel, Dylan Sullivan e Huzaifa Zoomkawala, appena pubblicato, ha fatto il punto sulla questione e calcolato a quanto ammonta il saccheggio nel sistema mondiale globalizzato.

 

di Emma Dal Molin


Corpi perfetti, visi perfetti, scatti perfetti: questo è quanto scorre, ogni giorno, sulle home dei nostri social network e ciò che più o meno direttamente influenza la nostra vita, ma soprattutto la visione che noi donne abbiamo di noi stesse.  


Il Vangelo secondo Marco ci racconta un Gesù che non vuole far sapere di essere il Messia. Le motivazioni di un tale atteggiamento possono dirci qualcosa sul senso della sua predicazione e del suo sacrificio.




Le personalità odierne si modellano su identità che rispondono ai dettami della religione del nostro tempo. Di che si tratta? E quali sono gli ostacoli all'espressione del Sé?

di Luca Ferrari


Il destino dell'istruzione ancora una volta verrà affidato a una selezione che si basa sull'anzianità, non sul "merito". La verità più amara è che l'Italia non ha mai neanche provato a selezionare il merito.  


La protagonista dello splendido romanzo coreano La vegetariana viene presentata come una donna mite, finché non decide di diventare vegetariana, una scelta che diventerà radicale fino al punto di perdere la vita. La protagonista è affetta da dissociazione o elevata ad una consapevolezza illuminata? L'esigenza di nutrirsi mette il filosofo davanti a un dilemma: è possibile vivere senza compiere il male o per evitarlo occorre necessariamente operare l'estremo distacco dal corpo?