L'università corrotta

 

Sulle frequenze di Radio Deejay è oggi andata in onda la descrizione parodistica di una immaginaria università corrotta, la Ucfla, l'Università Corrotta Francesco Lancia, dal nome dell'autore del brillante sketch. Una caricatura molto prossima alla realtà.

 

di Francesco Lancia

 

 

Sei stufo di avere a che fare con quelle rigide e insopportabili università italiane dove tutto è rigoroso, trasparente e ineccepibile? Sei stanco di dover studiare alacremente per conquistarti un sudato 24 di fronte a professori attentissimi a quello che dici e per niente distratti da altre mansioni? Sei terrorizzato dall'idea di trovare Dipartimenti funzionanti con strutture all'avanguardia e classi giustodimensionate? Se hai risposto “sì” a queste domande è perché sei uno studente in un'università pubblica italiana. Ma da oggi questo non sarà più un problema. Perché da oggi c'è la Ucfla, l'Università Corrotta Francesco Lancia. Con la Ucfla potrai laurearti con le minime conoscenze necessarie.

 

Alla fine pensaci: nell'Italia di oggi la laurea è solo un inutile pezzo di carta. Allora perché tutta questa fatica? Perché aspettare il concorso per sentirti dire che qualcun altro con meno merito di te ti ha superato in graduatoria in quanto cocco del rettore? Qui da noi quando ti iscrivi sai già esattamente come finirà la tua carriera grazie a uno studio genealogico che valuterà il tuo grado di parentela con il docente di turno e nella maggior parte dei casi non ti devi neanche presentare agli esami. Sei cugino di terzo grado? Laurea di primo livello. Sei un discendente diretto? Laurea specialistica. Figlio legittimo o illegittimo? Dottorato di ricerca.

E se non sei soddisfatto nessun problema: con il nostro programma “Adotta uno studente” ti facciamo adottare dal professore, che ti tratterà come un figlio facendoti avanzare di graduatoria senza difficoltà.

 

Vuoi diventare un ricercatore ma hai anche una vita privata e non hai tempo di leccare il culo al professore? Nessun problema, per 299 euro al mese ti forniamo noi un leccatore di culo professionista, che eseguirà tutte le mansioni che di solito spettano di solito a un ricercatore: aggiustare il computer del professore, pagare le bollette, portare il cane a pisciare.

 

Non sei ancora convinto? Alcuni dati: qui da noi su 60 cattedre 48 professori hanno lo stesso cognome e di quei 48 professori 47 sono la stessa persona, ben 2 in più di una media università italiana. 12 facoltà, 70 corsi di laurea, oltre 300 tesi pronte già copiate.

 

Nelle altre università ci sono i baroni? Da noi c'è proprio tutta l'aristocrazia. Scopri cosa si prova a studiare con un arciduca o a chiedere la tesi a un marchese.

 

Tutti a parlare di merito, sempre più merito, dove è finito il merito. Ma basta con queste stronzate! La meritocrazia è razzista: esclude gli imbecilli e gli svogliati. Mentre nella nostra università tutti hanno le stesse possibilità: basta essere di buona famiglia e pagare.

 

Pensaci e non sentirti in colpa, perché quando i cervelli fuggono, tocca alle seconde linee scendere in campo. Perciò se anche tu hai l'intelligenza di un free climber che a metà scalata si applaude e la voglia di lavorare di un Antonio Cassano assunto in provincia, iscrivi alla Ucfla e anche tu potrai dire: “Le Sue lezioni sono bellissime, papà”.

 

26 settembre 2017