REDAZIONE


Simone Basso (Camposampiero, 1994) si è laureato in "Scienze sociologiche" a Padova, con una tesi sulla figura del martire, e in "Analisi dei processi sociali" a Milano. I principali interessi sono lo studio dei legami e dei ruoli sociali, dell'identità individuale e di gruppo nella relazione con l'Altro, e del rapporto dell'essere umano con lo spazio, 

i luoghi e l'ambiente circostante. 

 



Valentina Gaspardo (Spilimbergo, 1991), si è laureata in Scienze Filosofiche presso l’Università degli Studi di Padova. Fra i principali interessi di ricerca, vi è quello relativo alla filosofia di Giovanni Gentile – i cui risultati sono riportati nel volume Giovanni Gentile e la sfida liberale –, e la teoria politica marxista-leninista, con particolare attenzione al pensiero di Vladimir Lenin.



Antonio Lombardi (Foggia, 1991) si è laureato in Filosofia e Scienze Filosofiche (2012 e 2014) rispettivamente con una tesi introduttiva al pensiero di Nicolás Gómez Dávila (Nicolás Gómez Dávila e la Modernità, Limina Mentis 2015) e una dedicata alla figura di Gustavo Bontadini nel contesto del pensiero italiano del Novecento (Il volto epistemico della filosofia italiana. La Neoclassica di Gustavo Bontadini, AM Edizioni 2018), discusse entrambe con Costantino Esposito. Dal 2015 è dottorando in filosofia e storia presso l'Università di Bari, dove conduce ricerche sulla filosofia della natura hegeliana e sul suo rapporto con le teorie evoluzionistiche. È stato Visiting Postgraduate Research Student presso l'università di Hull (UK), dove ha approfondito il pensiero di Darwin e degli idealisti inglesi; ha partecipato a diversi congressi internazionali, come Hegel and the Philosophy of Action (Valencia 2016); scrive abitualmente articoli per giornali e riviste specialistiche, occupandosi prevalentemente di idealismo, filosofia italiana e di Gómez Dávila, di cui ha tradotto alcune opere. Attualmente, sta lavorando ad alcuni contributi dedicati al filosofo pugliese Pantaleo Carabellese.

 

ARTICOLI

Croce pericoloso

Epifania del valore negato

La falsa umiltà del relativista

Libere riflessioni sull'Italia

A little "British" philosophical story

Occidentali's Karma

La "giovane" verità o il "vecchio" postmoderno?

Microstoria delle prove dell'esistenza di Dio



Giacomo Lovison (Camposampiero, 1998) studia Filosofia presso l'Università degli Studi di Padova. I principali interessi riguardano la filosofia antica e la filosofia classica tedesca.

 



Filippo Lusiani (Cittadella, 1996) si è laureato in Filosofia con una tesi sul pensiero di Spinoza. Attualmente studia Scienze Filosofiche presso l'Università degli Studi di Padova. I principali interessi riguardano la filosofia etico-politica e della religione, l'impegno sociale, la musica e lo sport.

 

ARTICOLI

Le etichette ci fanno male

L'imperativo della vittoria

Iperconnessi

La società alla rovescia
Il nichilismo europeo
Sulla morte

Unicità ed uguaglianza: la vita dell'uomo

Di che cosa stiamo parlando?
Che cosa significa musica commerciale?

Immaginazione teoretica: via d'uscita dalla
finta scelta del consumismo



Antonio Martini (Cittadella, 1998) studia filosofia presso l'Università degli Studi di Padova. I principali interessi vertono sulla filosofia classica e sulla tradizione filosofica italiana con particolare attenzione a Gustavo Bontadini.



Marco Pieretti (Castelfranco Veneto, 1996) si è laureato in Scienze Geologiche presso l'Università degli Studi di Padova, dove studia tutt'ora Geologia e Geologia Tecnica. I principali interessi sono rivolti alle tematiche ambientali e alla sensibilizzazione verso l'ecologia dei fenomeni umani.



Francesco Pietrobelli (Schio, 1996) si è laureato in Filosofia con una tesi sul pensiero di Giuseppe Mazzini. Attualmente studia Scienze Filosofiche presso l'Università degli Studi di Padova. Ricopre la carica di presidente della associazione attivAMente. I principali interessi di ricerca vertono sulla filosofia italiana e l'azione politica.

 

ARTICOLI

Diciamocelo: la contraddizione, in fondo, ci piace!

Baciare un'idea

L'economia: tiranno o suddito dell'uomo?

La schiavitù dell'ignoranza capitalistica

Combattere il fascismo col fascismo: che senso ha?

Alle radici dei problemi sociali: la teoria dei diritti

Ma se nessuno ci controlla, ha senso fare il bene?

La violenza silenziosa



Alberto Giuseppe Pilotto (Cittadella, 1995) si è laureato in Filosofia con una tesi sul pensiero di Ugo Spirito presso l'Università degli Studi di Padova. Attualmente studia Scienze filosofiche presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. I principali interessi sono la filosofia italiana, in particolare il pensiero di Emanuele Severino, e la filosofia politica.

 

ARTICOLI

L'utilità del dolore

Siete per sempre coinvolti

Una vita in vacanza

Sul "non giudicare", mantra del nostro tempo

Per una fondazione pratica della tecnica

Relazioni nella medicina e medicina delle relazioni

Carcere e pena, quale giustizia?

La grande depressione postmoderna



Michele Ragno (Foggia, 1997) studia filosofia. I suoi campi d'indagine riguardano la possibilità di collocare il lavoro di David Foster Wallace in una prospettiva filosofica e non esclusivamente "narrativa" e l'arte come via d'accesso al senso dell'essere nel "primo" Wittgenstein e negli scritti di Heidegger successivi a Essere e Tempo.

 

ARTICOLI

Che cosa può dirci oggi Heidegger?

Il cinico bullismo del web

Il significato della meraviglia

 La riscoperta della politica 

Il rap visto con gli occhi di Wallace 

Una spia nel mercato del lavoro 

Alcune fondamentali precisazioni su Darwin 

Sokal 

L'essenza dell'opera d'arte in Heidegger 

Che cosa significa orientarsi nell'utopia? 



Maria Maddalena Tommasi (Cittadella, 1997) studia Filosofia presso l'Università degli Studi di Padova. I principali interessi vertono sulla filosofia classica tedesca, il pensiero di Emanuele Severino e Giacomo Leopardi, la poesia e il teatro. 

 

ARTICOLI

"No, non potrai... bagnare la mano di sangue!"

"La miseria offre, la società accetta"

Come in un cubo di Rubik

Tra fango e lacrime ma in un eterno sole d'amore

Pensare per non morire di fame

Noi: una piccola parte di totalità

Il miracolo della compassione

Il nostro super-potere: il pensiero critico

Una piccola parte di me

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior"

Chi sono i veri super-eroi? 



Alessandra Zen (Cittadella, 1998) studia Scienze della Formazione Primaria presso l'Università degli Studi di Padova. I principali interessi di ricerca vertono sull'educazione, connessa alla filosofia, e sul tema della democrazia.

 

ARTICOLI 

Il bambino padre dell'uomo

Verso una nuova consapevolezza del dialogo democratico

La fantasia salverà il mondo 

Per una nuova educazione linguistica

La Philosophy for children come strumento di democrazia

Il ruolo educativo di tutti noi

Educazione e pace

A scuola di inclusione

La fragilità della perfezione



Gabriele Zuppa (Padova, 1980), si è laureato in filosofia con Franco Volpi nel 2005 a Padova con una tesi sul nichilismo e la crisi dei valori (Esprimersi ed essere, Il Filo 2008). Dal 2007 è docente di filosofia e storia nei licei. Dopo le specializzazioni in Studi interculturali a Padova (2008) e in Counseling a Venezia (2010) ha conseguito il Dottorato di ricerca in filosofia teoretica a Trento (2014) con una tesi sul pensiero di Nicolás Gómez Dávila in rapporto alla modernità filosofica (Nicolás Gómez Dávila e la Modernità, Limina Mentis 2015). Tra le sue ultime pubblicazioni: il Platone democratico (Circolo Proudhon 2016) e la traduzione di due saggi inediti di Gómez Dávila, il Texto VI e il De iure, contenuti in Apocalisse democratica (AM Edizioni 2018).

 

ARTICOLI

Sulla miseria della filosofia e la sua presunta obsolescenza

La proprietà privata, dogma funesto del capitalismo

Il XXI secolo, tirannico e dispotico

Contro un'estetica soggettivistica

Della falsa contrapposizione tra empiristi e razionalisti

La cometa della superstizione

Enciclopedismo per un'umanità futura

La ragione antipopulista