DI CHE COSA STIAMO PARLANDO?


Abbiamo mai provato a soffermarci sul nostro linguaggio? È strabiliante scoprire quanto il modo di esprimerci che quotidianamente usiamo dica di noi e di come vediamo il mondo.



LA MALATTIA UMANISTICA: GRANDE IGNORANZA SOTTO FALSA UMILTÀ


Come si può pensare di portare una buona ragione, se la prima cosa che fuoriesce dalla bocca di un professore accademico è “so di non sapere”? “La mia è solo un’opinione, ma non voglio affermare nessuna verità”? “Ognuno poi la pensi come vuole”?



LA NECESSITÀ DELLA CURIOSITÀ


La “verità” e la “curiosità” sono strettamente legate: perdendo la consapevolezza di una si rischia di perdere anche l’altra. Ecco il perché. 



PERCHÉ STUDIARE IL GRECO E IL LATINO?

di Antonio Gramsci


Nella scuola moderna sta avvenendo un processo di progressiva degenerazione: la scuola di tipo professionale, cioè preoccupata di un immediato interesse pratico, prende il sopravvento sulla scuola “formativa” immediatamente disinteressata. La cosa più paradossale è che questo tipo di scuola appare e viene predicata come “democratica”.



HEGEL PROFETA DEL POSTMODERNO


La storia della filosofia è da riscrivere. L'interpretazione del nostro tempo deve essere stravolta. Ripensare la storia è la condizione per sperare nel futuro.  



MICHELA MURGIA E LA "MATRIA":
INTERESSANTE, MA NON SAREBBE MEGLIO ESSERE DIALETTICI?


Di fronte alle astratte estremizzazioni di entrambe le parti (il maschilismo becero della serie: "Torna in cucina!" e il femminismo becero della serie "Gli uomini sono tutti potenziali stupratori!") occorre forse recuperare un po' di sana dialettica.



IL BAMBINO PADRE DELL'UOMO


In una situazione di reale disagio psichico dilagante all’interno della società contemporanea risulta necessaria un’autentica attività educativa, che coinvolga il bambino sin dalla nascita e venga concepito come attivo costruttore del mondo di domani.



IL GIORNO DEI SINGLE O IL FESTIVAL DEL CONSUMISMO?


Il giorno dei single in Cina è forse il simbolo dell'isolamento del Postmoderno dal passato e dai valori non individualistici? 



ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO: OTTIMA L'IDEA, MENO L'ESECUZIONE


L’idea dell’alternanza scuola lavoro è molto buona dato che, appunto, la scuola ha il compito di introdurre lo studente nella società e di far capire ad ognuno di essi qual è il ruolo migliore che occuperà gran parte della sua vita, e affiancare alla scuola già delle esperienze dirette con il mondo del lavoro non può che aiutare, se organizzate in modo corretto.



SULL'ESSERE MADRI. GIOVANNI GENTILE E LA DONNA


A respingere il classico assunto che vorrebbe la donna – per usare le espressioni usuali – angelo del focolare, come solo passivo riposo del guerriero, ci ha pensato, ormai un centinaio d’anni fa, il filosofo Giovanni Gentile.



L'ESSENZA DELL'OPERA D'ARTE IN HEIDEGGER,
ATTRAVERSO VAN GOGH


L’opera prende il mezzo e lo sottrae dal contesto, ma non sottrae la nostra apertura ad esso. Vi è infatti una duplice estraneazione: osservatore e mezzo sono estraniati dal contesto e dunque pur sottraendo il mondo-contesto, noi ci rapportiamo ad esso, che ci strappa dal quotidiano, dal ritmo abituale dell’utilizzabilità.



DAI DIAMANTI NON NASCE NIENTE, DAL LETAME NASCONO I FIOR


Le parti non possono esistere senza l'universale. Noi siamo legati agli altri; noi esistiamo per, con e negli altri. Ed ecco perché il bene mio è il bene dell'altro: fare del male a qualcuno è come farlo a noi stessi e chi lo compie, naturalmente, si contraddice. 



LIBERTÀ E DIRITTI SENZA DOVERI: L’ASSURDITÀ DELLA DEMOCRAZIA ATTUALE


L’unica possibilità che la democrazia ha di affermarsi è che essa si interroghi sui valori ritenuti imprescindibili; questo è possibile solo attraverso il confronto, attraverso la ricerca di ciò che è la verità, affinché si eviti che la democrazia, che è già per buona parte anarchica, non degeneri ulteriormente.



L'UMANESIMO RESILIENTE DELL'ARTE CONTEMPORANEA


Ostentazione ed eccentricità che mi aspettavo di trovare ammassate nelle stanze e nei capannoni del Giardino e dell’Arsenale durante la visita alla 57° Esposizione internazionale d’Arte, con mio grande scetticismo intitolata Viva Arte Viva: già prevedevo relitti e cadaveri di un’espressione artistica di quel tipo in declino, incapace di parlarci della verità.



UN SISTEMA EDUCATIVO CHE CI RENDE VIOLENTI


Il fine dell’università e di tutta l’istruzione dovrebbe essere migliorare lo studente, eliminando il più possibile ciò in cui va errando, quindi estirpare quella violenza che lo attanaglia e lo devia da ciò che è giusto. Come possiamo pretendere di eliminare questa violenza, se gli insegnanti stessi la giudicano corretta, adottando un metodo catechistico di imposizione delle nozioni?



HALLOWEEN, GIORNATA DI OGNISSANTI E COMMEMORAZIONE DEI DEFUNTI.

UNA RELAZIONE NASCOSTA: IL TEMA DELLA MORTE E IL RICORDO.    


Andare nei cimiteri, o in altro modo, onorare il ricordo dei propri cari defunti riporta il tema del morire ad una dimensione individuale, facendoli rivivere nel ripercuotersi delle loro azioni.