« Scegli una perdita, piuttosto che un guadagno turpe: la prima, infatti, addolorerà una sola volta; l'altro sempre. »

Sentenza attribuita a Chilone




« Dubitando, infatti, siamo spinti a ricercare; e indagando a fondo giungiamo a cogliere la verità. »

P. Abelardo, Sic et non




« Si dice: “I mezzi, dopo tutto, sono i mezzi”. Io dico: “I mezzi, in definitiva, sono tutto”. Tale il mezzo, tale il fine. Non c’è muro di separazione tra il mezzo e il fine. »

Gandhi, Il libro della saggezza




« La libertà degli altri, lungi dall'essere un limite o la negazione della mia libertà, ne è al contrario la condizione necessaria e la conferma. Non divengo veramente libero se non attraverso la libertà degli altri, così che più numerosi sono gli uomini liberi che mi circondano, più profonda e ampia diviene la mia libertà. »

M. Bakunin, Rivolta e libertà

 




« La privazione della dignità passa per l’annientamento dell’autonomia nei gesti quotidiani, ordinari, come mangiare, lavarsi, o potere decidere quali vestiti indossare. Accade in ogni luogo di privazione della libertà, in tutti i campi profughi, nei centri di transito in cui si deve pietire per ottenere cose assolutamente normali. […] Sono simili privazioni a disintegrare le identità, a distruggere le risorse interiori. »

A. Sciurba, Salvarsi insieme




« Nel momento in cui qualcuno comincia a fare sul serio con la filosofia, tutti credono il contrario di ciò. »

F. Nietzsche, Umano troppo umano II








Esculapio (dio della medicina) respinge Thanatos (la Morte).




« I termini irriducibili impediscono che i mattoni del mondo si disarticolino nel niente. »

Nicolás Gómez Dávila, N, I




« Il mistero è meno inquietante del fatuo tentativo di eliminarlo attraverso spiegazioni stupide. La filosofia onesta non pretende di spiegare il mistero, ma tenta di circoscriverlo. »

Nicolás Gómez Dávila, Escolios




« Riempi loro i crani di dati non combustibili, imbottiscili di fatti al punto che non si possano più muovere tanto son pieni, ma sicuri d'essere “veramente bene informati”. Dopo di che avranno la certezza di pensare, la sensazione del movimento, quando in realtà sono fermi come un macigno. E saranno felici, perché fatti di questo genere sono sempre gli stessi. Non dar loro niente di scivoloso e ambiguo come la filosofia o la sociologia affinché possano pescare con questi ami fatti ch'è meglio restino dove si trovano. Con ami simili, pescheranno la malinconia e la tristezza. »

Ray Bradbury, Fahrenheit 451